Circolari > Regolamento in sintesi- Docenti
Ultima modifica: 26 Settembre 2015

Regolamento in sintesi- Docenti

Si fornisce una breve sintesi delle norme regolamentari desunte dalla normativa e dal CCNL vigenti nonché dal Regolamento d’Istituto in uso nell’Istituzione scolastica.

alfec

ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE

“A. CASAGRANDE” “F. CESI”

TERNI

Circolare n. 14                                                                                         Terni,  14 settembre 2015 

Ai DOCENTI 
AL  DSGA
Al  personale ATA

Oggetto: 

Avvio anno scolastico 2015/16  –   Regolamento in sintesi

Si fornisce una breve sintesi delle norme regolamentari desunte dalla normativa e dal CCNL   vigenti nonché  dal  Regolamento d’Istituto  in uso nell’Istituzione scolastica. Comportamenti difformi tra un docente e l’altro vanificano ogni tentativo di educare i giovani al rispetto delle regole, pertanto i Sigg. Docenti sono invitati a tenere i medesimi comportamenti a fronte di infrazioni al Regolamento.

  • Massima puntualità: per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni, gli

insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell’inizio effettivo delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi (CCNL 2006/2009, art.29, c.5).  Non lasciare mai gli alunni  senza sorveglianza; in caso  di  necessità  i docenti  si rivolgeranno ai collaboratori  scolastici  presenti  al  piano e, se  necessario,  ai Collaboratori del dirigente.

  • Il cambio  dell’ora  deve  avvenire  in  modo  celere  per  evitare che le classi restino

senza  sorveglianza,   avvalendosi  anche  della  collaborazione di altro personale presente al piano. E’ comunque del tutto evidente che si possa verificare qualche momento in cui la classe resti in attesa dell’insegnante dell’ora successiva nello spostamento dei docenti da un’aula ad all’altra  anche su piani e ali diversi dell’edificio: in tal caso, oltre a richiedere la sorveglianza da parte dei collaboratori scolastici ove presenti,  è assolutamente necessario responsabilizzare la classe incaricando qualche studente (rappresentante di classe o altri) di vigilare sui compagni.

  • Al cambio dell’ora gli studenti devono restare in classe; eventuale permesso per

uscire dovrà essere richiesto all’insegnante dell’ora successiva.

  • Negli spostamenti   da e  per le  aule speciali (palestra, laboratori ecc.) gli studenti

devono essere accompagnati dai rispettivi docenti che, una  volta a destinazione,  avranno  cura  di accertarsi che tutti siano presenti.

  • Durante l’intervallo gli alunni sono sotto la responsabilità dei docenti della terza ora

che effettueranno  dunque  la  più  stretta  vigilanza  con  l’ausilio  dei  collaboratori  scolastici              affinché  non  vengano  arrecati  danni  a  cose  o  a  persone e venga sempre mantenuto un             comportamento  corretto  e  rispettoso  delle  norme   di  sicurezza. Durante l’intervallo gli             studenti  dovranno  restare  al  piano  nelle  vicinanze  della  propria  classe. I  docenti che consentiranno  l’effettuazione  della  pausa in altro luogo diverso dalla classe e sue immediate vicinanze  dovranno accompagnarli per la dovuta sorveglianza.

  • I docenti non dovranno consentire l’uscita dalle aule durante le ore di lezione se non

in casi eccezionali ed eventualmente autorizzando, per il tempo strettamente necessario, uno studente alla volta.

  • In caso di infortunio o malore di un alunno il docente non abbandona mai

l’infortunato, chiama l’addetto al primo soccorso, i Collaboratori del DS o il DS medesimo affinché venga avvisata la famiglia e chiamato il 118. 

  • Divieto di fumo: Sono interdetti al fumo tutti i locali dell’Istituto; ai sensi del D.L.

104/2013, art. 4, commi 3 e 4, il divieto è esteso  alle aree all’aperto  di  pertinenza  delle  istituzioni scolastiche  ed all’utilizzo delle sigarette elettroniche.

Ai contravventori saranno applicate le ammende previste dalla legge a cura del Dirigente,             dei suoi Collaboratori o del personale incaricato dal Consiglio di Istituto e saranno irrogate, ove previste, le sanzioni contenute nel Regolamento  disciplinare. 

  • Divieto di uso dei cellulari ed apparecchiature elettroniche di qualsiasi tipo:

i cellulari ed eventuali apparecchiature elettroniche devono essere tenuti spenti o silenziosi durante le lezioni. In caso di necessità, lo studente chiede il permesso al docente per uscire dalla classe ed effettuare una telefonata. L’alunno sorpreso ad usare il cellulare o altra apparecchiatura elettronica durante le lezioni, in particolare durante le verifiche,  sarà ammonito; il docente gli ritirerà lo strumento che potrà essere restituito a fine orario dal docente medesimo o a fine mattinata dal Dirigente o dai suoi collaboratori. Qualora lo studente venisse sorpreso a fare foto o riprese non autorizzate con il telefonino (o simili), oltre a subire la sanzione prevista nel Regolamento d’istituto, dovrà  consegnare il cellulare al Dirigente o ai suoi collaboratori che lo restituiranno solo al genitore. Strumenti per il collegamento alla rete  Internet possono essere utilizzati solo previa autorizzazione del docente .

  • L’uso  dell’ ascensore  è  libero  per  docenti e personale  e per  alunni  in  difficoltà; di

norma  è vietato agli studenti.

 

N.B. :  Si riporta di seguito  lo stralcio del Regolamento d’Istituto riferito al “controllo delle entrate e delle uscite” ed alla “giustificazione delle assenze”.

Riguardo al  “controllo delle entrate e delle uscite” si precisa, in aggiunta al Regolamento,  che è opportuna  la tolleranza di qualche minuto sull’orario di entrata (ore 8:05) in particolare per gli studenti pendolari.

Riguardo alla “giustificazione delle assenze” si chiede particolare attenzione nel controllo delle giustificazioni e l’accortezza di scrivere sul registro elettronico di classe, nello spazio annotazioni,  “l’alunno …. deve giustificare  entro e non oltre il ….. “ (terzo giorno dall’assenza). Il docente della prima ora del terzo giorno dall’assenza, se l’alunno non avrà ancora giustificato, allerterà la segreteria perché avvisi telefonicamente  la famiglia.

 

” Art.10 – L’IIS “Casagrande-Cesi” è aperto agli studenti dalle ore 08.00 alle ore 14.00; per usufruire delle strutture dell’istituto in orario extrascolastico ed in periodi di pausa dell’attività didattica ci si attiene agli orari di apertura decisi dagli organi competenti, come risulta dal quadro orario allegato.  Per la vigilanza degli alunni durante l’ingresso e la permanenza nella scuola, nonché durante l’uscita, valgono le norme seguenti:

  1. L’alunno deve essere presente in classe all’inizio delle lezioni , ore 8:05.
  2. L’alunno, fino alle 8.10, è ammesso in classe su autorizzazione del docente della prima ora. Dopo le 8.10 il Dirigente Scolastico o un suo delegato, autorizzerà l’ingresso in aula fino alle 8.30. Dopo le 8.30 lo studente entrerà in istituto alla seconda ora. In ogni caso è richiesta la presentazione di eventuale documentazione e la giustificazione sul libretto, entro il giorno successivo, del genitore in caso di alunno minorenne, dello studente stesso, se maggiorenne. L’alunno  superati otto ritardi a quadrimestre, pur se giustificati, potrà essere ammesso alle lezioni solo se accompagnato da un genitore, da chi ne fa le veci. L’alunno può entrare alla seconda ora per validi motivi (ad es. visite mediche) solo se autorizzato dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato ed esibire la giustificazione sul libretto sottoscritta dal genitore per l’alunno minorenne, dallo studente stesso se maggiorenne entro i termini di cui al punto g. L’entrata all’inizio della terza ora di lezione può essere consentita solo in casi eccezionali, previa presentazione di idonea documentazione per i maggiorenni,  accompagnati da un genitore o da chi ne fa le veci per i minorenni.
  3. I ritardi di qualsiasi durata dovranno essere giustificati nei termini e con le modalità previste per le assenze
  4. I permessi di entrata in ritardo saranno compilati a cura dei collaboratori scolastici addetti alla reception dell’istituto che si occuperanno di farli firmare ad uno dei Collaboratori del Dirigente segnalando eventuali anomalie.
  5. L’alunno non può lasciare la scuola prima della fine delle lezioni. Le uscite anticipate, di norma non concesse prima dell’inizio della penultima ora, sono autorizzate dal Dirigente Scolastico o da un suo Delegato solo per gravi e documentati motivi, previa richiesta scritta sul libretto personale dello studente maggiorenne. Lo studente minorenne può uscire in anticipo rispetto all’orario delle lezioni solo se prelevato personalmente da un genitore, da chi ne fa le veci o da persona con delega corredata da fotocopia del documento di identità del delegato e del delegante. 
  6. La richiesta di uscita anticipata va presentata all’inizio delle lezioni ai Collaboratori del Dirigente o al Dirigente stesso, salvo casi improvvisi non prevedibili.
  7. Le assenze vanno giustificate sull’apposito libretto al rientro a scuola. Se entro tre giorni l’alunno non ha giustificato l’assenza o il ritardo, il docente della prima ora del terzo giorno, allerterà la segreteria perché avvisi telefonicamente  la famiglia; il quarto giorno,   ancora in mancanza di giustificazione, l’alunno non è riammesso alle lezioni.
  8. La presenza degli alunni è obbligatoria alle lezioni e a tutte le attività deliberate dai Consigli di Classe: Stage, Alternanza Scuola-Lavoro, uscite sul territorio (gratuite) , corsi di formazione, ecc.
  9. L’intervallo, al termine della terza ora di lezione, ha una durata di dieci minuti durante i quali studenti  dovranno  restare  al  piano  nelle  vicinanze  della  propria  classe.
  10. Nel corso delle lezioni lo studente può lasciare l’aula per pochi minuti e da solo, con il permesso preventivo dell’insegnante responsabile. Al cambio dell’ora l’insegnante uscente non può autorizzare l’alunno a lasciare l’aula. Lo studente non può sostare nei bagni, nei corridoi, negli atri, né accedere ai distributori automatici durante le lezioni.
  11. La trasgressione delle indicazioni  inerenti le assenze, i ritardi, le uscite anticipate e le giustificazioni saranno segnalate o rilevate dai coordinatori di classe per essere comunicate alle famiglie, potranno essere oggetto di provvedimenti disciplinari, soprattutto in caso di recidiva, ed incideranno sulla valutazione del comportamento in sede di scrutinio.”

COLAZIONI

  • Il servizio colazioni, autorizzato dal Consiglio d’Istituto a seguito di regolare bando di

gara, prevede la distribuzione delle colazioni in un sacchetto per ogni classe contenente  anche il relativo scontrino fiscale. La prenotazione dovrà avvenire classe per classe all’inizio delle lezioni, entro le 8,25, e fatta recapitare alla reception dell’Istituto. Un alunno per ogni classe sarà autorizzato dal docente della terza ora a recarsi presso uno dei punti di distribuzione posti all’interno della scuola (primo piano, per le classi del piano stesso e del piano terra, secondo piano per le classi del medesimo) e prenderà in consegna la busta delle colazioni di tutta la classe, dietro pagamento del corrispettivo. Per la sede di p.le Bosco è prevista un unico punto di distribuzione: tra la palazzina A e la palazzina B.

Non è consentita la vendita al pezzo. Il servizio decorre dal giorno 16/09/2015.

 

assenze dal servizio (docenti)

  • Per   consentire  l’organizzazione  delle  sostituzioni,   i docenti  i  dovranno

segnalare tempestivamente (prima dell’inizio delle lezioni) le assenze per motivi di salute all’ufficio del personale. La richiesta di assenze che prevedono l’autorizzazione del dirigente  va inoltrata al Dirigente  stesso in anticipo in modo tale da poter fruire dell’assenza una volta acquisita la risposta.

  • La richiesta di ferie ex art. 15 c. 2  CCNL 2006/09 dovrà essere inoltrata per tempo

direttamente al  Dirigente corredata di adeguata documentazione.  La richiesta di ferie ex art.  13 c. 9 CCNL 2006/09 va anch’essa inoltrata con congruo anticipo al Dirigente  e potrà essere  autorizzata ai docenti che avranno aderito alla banca delle ore.

Le assenze alle riunioni degli organi collegiali devono essere tempestivamente comunicate ai Collaboratori del Dirigente o al Dirigente stesso e  quindi giustificate. I Docenti con cattedra orario esterna o in regime di part-time, in riferimento al piano annuale delle attività, possono preventivamente concordare con il Dirigente le attività a carattere collegiale cui  debbono partecipare in relazione al loro effettivo orario di servizio. L’astensione da alcune attività collegiali è consentita solo sulla base dell’accordo stipulato con il Dirigente.

Orario di servizio e firma di presenza

  • Tutti i docenti sono tenuti al rispetto scrupoloso dell’orario di servizio, come da CCNL

vigente. L’inosservanza di tale obbligo, soprattutto se reiterata, comporta provvedimenti disciplinari. La presenza del docente è attestata dalla firma apposta sul registro elettronico.  In caso di sciopero i docenti presenti sono invitati ad apporre la propria firma anche sul foglio firme.

 

 

          Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Matilde CUCCUINI

(firma autografa sostituita a mezzo stampa, ex art.3,comma 2,D.Lgs.39/93)

 

Spazio allegato

Lascia un commento