Istituto > Presentazione
Ultima modifica: 2 novembre 2014

Presentazione

MISSION

L’I.I.S. “Casagrande-Cesi”, da sempre integrato nel territorio, si prefigge, quale scopo primario, quello di far crescere i giovani ad esso affidati come persone e come cittadini. Assicura a tutti pari opportunità per agevolare gli studenti nella delineazione del proprio “progetto di vita”, e sviluppare conoscenze, capacità, competenze che permettano loro scelte universitarie consapevoli o un proficuo inserimento nella vita sociale e lavorativa. E’ attento alla formazione permanente ed intende, attraverso la migliore qualità, integrazione e varietà dei servizi, orientare e formare figure professionali coerenti con le esigenze del mercato locale, nazionale ed europeo.

 

L’I.I.S. “Casagrande-Cesi” è formato da due grandi scuole che hanno fatto la storia della città.Il primo in ordine di nascita è stato il “F.Cesi”, primo Istituto tecnico dell’Umbria nel lontano 1860.

Dall’Unità d’Italia ad oggi le cose sono cambiate ma l’Istituto si è sempre caratterizzato per lo sforzo di dotarsi di strutture all’avanguardia, per andare al passo con i tempi e poter costruire un futuro professionale per le giovani generazioni ternane. La crisi siderurgica mette a dura prova le sicurezze costruite con tanta fatica dalle generazioni precedenti, la grande industria tenta percorsi di riconversione ed è entrata ormai nel circuito delle dislocazioni locali di multinazionali; l’economia locale punta sullo sviluppo del turismo e della piccola impresa, che a sua volta deve affrontare la sfida di una concorrenza “globale” e necessita sia di “cervelli” che elaborino strategie progettuali e organizzative adatte al rilancio di un territorio povero ma ricco di risorse potenzialmente sfruttabili, sia di forze operative che permettano di attuarle.

Molte risorse vengono investite nello studio e nella creazione di progetti che permettano ai ragazzi di sviluppare competenze adeguate alle richieste di un mondo in costante, rapidissima evoluzione, con cui la Scuola è collegata da una rete di sinergie: da quelle con l’Università degli Studi di Perugia, facoltà di Economia, sede di Terni (bacino naturale di confluenza di quella quota, ormai superiore alla metà della popolazione studentesca in uscita (70%), che decide di proseguire gli studi), con la quale si è stipulata una convenzione per il riconoscimento di crediti formativi in Informatica, Economia Aziendale, Diritto, Economia; a quella con il mondo economico, con cui si è nel tempo intessuta una fitta maglia di forme collaborative volte a delineare percorsi di orientamento formativo che integrino realmente e operativamente due realtà, quella scolastica e quella professionale, che una tradizione di stereotipi vuole divise e lontane.

Il “Casagrande” nasce nel 1930/31 come regia Scuola Secondaria di Avviamento professionale; nel corso degli anni diventa Scuola tecnica Commerciale (1959/60) e successivamente (1961) assume la denominazione di Istituto Professionale di Stato, ampliando la gamma di specializzazioni con “Corrispondenti in Lingua Estera” e “Addetto alla Contabilità di Azienda”. Negli anni ’80 si è aggiunto l’indirizzo “Addetto agli Uffici Turistici” e si è individuata l’attuale sede di Piazzale Bosco come destinazione definitiva dell’Istituto. Gli anni ’90 vedono la realizzazione della prima riforma istituzionale di un corso di studi superiore, il “Progetto 92”.

L’arricchimento culturale e professionale apportato da questa riforma al curricolo ha trovato la sua massima espressione nell’introduzione dei corsi post-qualifica, che si pongono come trait d’union tra la scuola e il mondo del lavoro. L’introduzione della specializzazione “Grafico Pubblicitario” ha indotto nel medesimo periodo un forte incremento della popolazione scolastica culminato nel 2000 con la nascita del nuovo indirizzo “Alberghiero e della Ristorazione”, che ha dato risposta alla forte richiesta sul territorio di figure nel settore turistico.

La storia del progetto Alternanza Scuola-Lavoro, struttura portante del Piano dell’Offerta Formativa di entrambe le realtà, affonda le sue radici nei primi, lontani esperimenti negli anni ‘80 di stage e semplici conferenze informative, per giungere via via alle simulazioni d’impresa, all’imprenditorialità virtuale, ai progetti nazionali e locali in rete con scuole, aziende, enti pubblici, privati, centri multimediali, banche: tutte attività volte a realizzare quegli obiettivi formativi necessari a mettere in grado lo studente di inserirsi sia nel mondo operativo che in quello accademico.
E’ dall’analisi della realtà professionale locale, regionale e nazionale che la Scuola trae i dati relativi ai bisogni del territorio (Banche-dati Excelsior-Unioncamere, analisi Camere di Commercio, dati ISTAT, Ministero del lavoro, osservatori provinciali e regionali), con lo scopo di cogliere le richieste di un mercato del lavoro esigente e mutato rispetto al passato, che impone la delineazione di profili professionali flessibili e coerenti con tale realtà, coerenza che trova riscontro nel monitoraggio delle scelte scolastico-professionali dei diplomati al termine dei percorsi educativi scelti e dei livelli occupazionali che l’Istituto assicura loro, livelli documentati da una banca-dati reperibile, come ogni altra informazione, sul sito della Scuola.