IL PROGETTO

GRUPPO DI LAVORO INTERISTITUZIONALE

COMUNE DI TERNI – ISTITUTI SCOLASTICI DI SECONDO GRADO TERNI

( a cura del prof. Marco Cavallari)

********

Il Comune di Terni in attuazione del disposto della legge 190 del 2012 ed allo scopo di dare concreta attuazione alla predetta normativa sotto lo specifico aspetto della attività di prevenzione e di   contrasto   della corruzione e dell’illegalita’ nella pubblica amministrazione ha inteso promuovere un protocollo di azione che coinvolgesse le scuole superiori della città in un percorso che promuovesse la cultura della legalità attraverso la partecipazione consapevole dei giovani all’attività amministrativa dell’Ente Locale.

A tale scopo si è costituito un gruppo di lavoro costituito dal Segretario Generale del Comune di Terni, dott. Aronica, e dalla Dott.ssa Patrizia Mancinelli per il Comune diTerni e i docenti delegati dai Dirigenti Scolastici degli istituti superiori cittadini i quali hanno concretamente individuato le attività da svolgere al fine di perseguire gli obiettivi sopra descritti.

In primo luogo si è ritenuto di riservare le attività di questo primo anno ai soli rappresentanti degli studenti eletti negli organi collegiali della scuola, volendo così sottolineare agli stessi il senso e la responsabilità della scelta operata dai loro compagni e l’impegno assunto nei loro confronti, anche per garantire un feed back delle attività svolte nelle successive assemblee studentesche e negli anni a seguire.

La prima attività è consistita nella presentazione da parte del Segretario Generale del Comune delle attività di prevenzione e contrasto alla illegalità svolta dagli appositi uffici del Comune, operata attraverso incontri con i rappresentanti di ogni scuola in un contesto semplice e immediato dove i ragazzi hanno potuto anche partecipare a giochi di ruolo attraverso i quali prendere coscienza di comportamenti, purtroppo diffusi e non sempre percepiti come illegali e dannosi per la collettività, che scaturiscono dalla ignoranza dei propri diritti e da una mentalità clientelare che vengono individuate dagli allievi come i veri nemici da battere.

Successivamente ogni scuola ha approfondito secondo le proprie inclinazioni e specificità culturali, le tematiche connesse alla lotta alla corruzione, innanzi tutto nelle proprie assemblee studentesche facendone oggetto di specifico dibattito tra i giovani, in convegni con magistrati in prima fila nella lotta alla illegalità economica e infine in attività laboratoriali guidate dai docenti nell’ambito delle quali si è proceduto ad una disamina ed alla conseguente “traduzione” dei contenuti tecnici di atti e delibere dell’Ente Locale desunti dal sito istituzionale del Comune.

Hanno fatto seguito a questa fase lezioni svolte dai docenti di discipline giuridiche ed economiche che hanno illustrato in tutte le scuole delle rete   il ruolo delle Autonomie Locali nel contesto della Costituzione e, nello specifico, le competenze del Comune dopo la riforma del titolo V della Carta costituzionale e, soprattutto, dopo la c.d. “Legge Del Rio”; una particolare attenzione è stata riservata alla legge 190 del 2012 ed alle finalità che ne hanno promosso l’emanazione.

Nel mese di Aprile tutti i rappresentanti degli studenti eletti nei rispettivi organi collegiali hanno partecipato, in diversi momenti, alla visione del film “La Mafia uccide solo d’estate” e ad una successiva attività laboratoriale con gli esperti della associazione “Cinema -Scuola”; va segnalata l’importanza di una ulteriore iniziativa organizzata dal gruppo di lavoro interistituzionale, ovvero il confronto presso gli uffici comunali tra alcuni studenti che autonomamente hanno approfondito contenuti relativi alle diverse aree di intervento dell’amministrazione comunale e tecnici dell’amministrazione stessa.

L’anno di formazione si chiuderà nel mese di maggio con una manifestazione.

Quella sarà l’occasione per prendere visione del modello N.O.P. del Comune di Terni che verrà illustrato dai responsabili anche in vista delle future iniziative di collaborazione e stages con le scuole.

L’obiettivo dell’evento sarà anche quello di lanciare l’attività del prossimo anno scolastico che prevede la creazione di un “Osservatorio di Legalità” interamente gestito dagli studenti degli Istituti Superiori della città con l’assistenza dei Funzionari del Comune e dei Docenti designati dai singoli Collegi Docenti, che avrà ad oggetto la partecipazione consapevole e critica ai principali processi amministrativi introdotti dall’Amministrazione Comunale nei diversi settori di interesse, nonché un monitoraggio della produzione normativa a livello nazionale in materia di anticorruzione in tutti i suoi aspetti ( amministrazione digitale, appalti, trasparenza, partecipazione) in sinergia con le associazioni che già da tempo svolgono questo compito nel nostro Paese ( Avvisopubblico.it, Libertàegiustizia.it) con le quali si instaurerà una partnership collaborativa.

Un ruolo rilevante si attribuirà all’Università, alla quale si chiederà la realizzazione di incontri mensili, presso la sede che verrà individuata dall’Amministrazione Comunale come luogo consueto e riconosciuto di incontro dei giovani inseriti nel progetto (es. bibliomediateca), che rappresenti un percorso organico idoneo a collegare le conoscenze acquisite in ambito scolastico ed extrascolastico alla più vasta esperienza europea di lotta alla corruzione e, più in generale, alla criminalità economica, costituendo un momento di continuità significativo tra la scuola superiore e il mondo universitario.

 

 

A SCUOLA DI ANTICORRUZIONE

( a cura del gruppo di lavoro degli studenti)

Noi studenti del Casagrande-Cesi abbiamo pensato di approcciare la tematica della lotta alla corruzione, che ci è stata proposta dalla nostra scuola, d’intesa con il Comune di Terni, sulla base di uno specifico protocollo, cercando di andare oltre i limiti di una conoscenza troppo “scolastica” del problema che rischiava di attestarsi su delle informazioni tecniche che poco potevano aggiungere alla nostra coscienza di cittadini se non si fossero tradotte in esperienze di vita e di cittadinanza attiva.

Il nostro percorso ha interessato tutti i rappresentanti eletti dagli alunni del Casagrande-Cesi nei vari organismi di Istituto (consigli delle classi 4^ e 5^, consiglio di istituto, consulta studentesca) e questo per dare, da subito, un senso di maggior impegno e maggiore responsabilità al nostro “essere stati scelti” che significa – innanzi tutto – disponibilità e condivisione per il bene di tutti.

Assieme ai docenti del gruppo di progetto abbiamo innanzi tutto avuto un incontro con i referenti del Comune di Terni, nella persona del segretario generale dott.Giuseppe Aronica e della dott.ssa Patrizia Mancinelli; ci ha fatto molto piacere verificare come anche da parte di questi soggetti “istituzionali” ci sia stata la grande sensibilità di portare al nostro livello di giovani interessati ma sostanzialmente inesperti i veri problemi che nelle pubbliche amministrazioni determinano la possibilità per persone male intenzionate di porre in essere comportamenti contrari alla legge corrompendo e facendosi corrompere per fornire servizi che invece rappresentano un diritto di ciascun cittadino ma che – nell’ignoranza di quest’ultimo – vengono fatti passare per gentili concessioni rispetto alle quali è indispensabile “sdebitarsi”. Con dei simpatici giochi di ruolo abbiamo simulato con il dott. Aronica situazioni che nella realtà potrebbero verificarsi: cittadini che cercano “scorciatoie” e pubblici funzionari che creano “ostacoli”, veri o falsi, all’esercizio di diritti che la legge riconosce ai cittadini.

Dopo questa esperienza, viva e vitale, ci siamo ritrovati tutti insieme con i nostri insegnanti per ragionare in merito a come portare avanti questo lavoro e su un punto siamo stati tutti d’accordo: la consapevolezza dei propri diritti e la conoscenza della normativa rappresentano un antidoto formidabile e preventivo rispetto al problema della corruzione. Quanti più cittadini consapevoli interagiranno con la Pubblica Amministrazione tanto meno possibilità avranno eventuali funzionari infedeli di “vendere” prestazioni che sono in realtà dovute e quanta più cultura della legalità ci sarà tra i cittadini, tanto minore sarà per questi la tentazione di utilizzare percorsi al di fuori delle regole perché si sarà ben compreso il valore delle stesse e la strada corretta da seguire.

Un ostacolo però reale per l’acquisizione di questa consapevolezza di cittadinanza attiva risiede, a nostro giudizio, proprio nelle leggi, o meglio nella forma con cui le stesse si presentano per i cittadini “non addetti ai lavori” con richiami su richiami, periodi lunghissimi e termini antichi o sconosciuti del tutto a noi ragazzi ma, crediamo, anche a molti adulti. Da questa difficile lettura delle norme, che talvolta ci è sembrata inattuabile per le nostre possibilità di studenti, abbiamo pensato possa nascondersi una delle radici della corruzione, costituita dalla necessità di rivolgersi a “qualcuno che sa’ e può” per comprendere il senso di regole e comandi che invece sono rivolti a ciascuno di noi ma che rimangono oscuri, creando ansia, preoccupazione e anche paure visto che l’ignoranza della legge non scusa, e le sanzioni potrebbero colpire anche chi, in buona fede, non ha compreso quel che avrebbe dovuto fare in un determinato contesto.

Abbiamo iniziato così il nostro primo lavoro intitolandolo;

“TRADUZIONE DAL BUROCATESE ALL’ITALIANO CORRENTE”

Con l’aiuto dei docenti abbiamo selezionato dal sito del Comune di Terni delibere, ordinanze e regolamenti sulle più diverse tematiche che abbiamo sentite a noi vicine e abbiamo iniziato ad evidenziare termini tecnici a noi sconosciuti che i nostri insegnanti ci hanno in qualche modo illustrato. Poi abbiamo predisposto dei semplici riassunti ad uso e consumo dei nostri compagni per condividere con loro un’informazione magari un po’ incompleta ma speriamo efficace.

Di questi argomenti parleremo con tutti gli alunni del Casagrande-Cesi durante le prossime assemblee di Istituto in modo da sollecitare il loro interesse per il tema della lotta contro la corruzione e verificare le modalità per allargare la partecipazione su questo argomento nei prossimi anni a tutti gli studenti come percorso formativo ricorrente e costante.
Il nostro impegno si è poi spostato su un altro versante che è quello della corretta interazione con la Pubblica Amministrazione per   verificare s,e ed in che termini, le richieste del cittadino vengono accolte e seguite dal Comune di Terni.

A questo scopo ogni gruppo di lavoro si è documentato su un tema specifico ed ha elaborato una situazione tipica e molto problematica da sottoporre ai funzionari comunali competenti in modo da verificare e valutare il tipo di risposta ricevuta e l’attenzione reale verso i problemi del cittadino.

Dato che siamo studenti abituati ad essere valutati abbiamo elaborato anche una piccola “pagella” redatta secondo gli schemi della scuola con degli indicatori e delle valutazioni specifiche rispetto ad ogni quesito.

I risultati ci consentiranno di esprimente una prima valutazione dell’efficacia del rapporto amministrazione – cittadino che, come abbiamo detto è alla base non solo della democrazia ma costituisce una formidabile prevenzione del problema della corruzione.
Gli alunni che fanno parte del gruppo di lavoro sono i rappresentanti delle classi 4^ e 5^, i rappresentanti di Istituto e della Consulta studentesca.


 

ELENCO PARTECIPANTI

Consulta: TARCHI MICHELE – TAGLIAVENTO CHIARA

Consiglio di Istituto: DE SANTIS SIMONE – MANSUETI FEDERICO – URS BOGDAN – BATTAGLIA MARGHERITA

 

4A/D Casagrande HAPA MIHAI – RAGNI MARTA
4L “ POMPILI SARA- ROSATI ELISA
4M ” LAVAGNA MARTA – VITTORI NIKO
4N ” CRISOSTOMI GIOIA – ZARA ELEONORA
4O/R “ CERRATO A. RITA – DI MARO ROSA
4P “ PECORARI DAVID – PASQUALETTI SOFIA
4A Cesi BASTIANELLI ARIANNA- PETRIGNIANI FRANCESCO
4B “ CARPIONI VERONICA – ANTONELLI FRANCESCO
4C “ BARBARESE MATTEO – TUGNI PAOLO
4D “ CATANA SERGIU – FONSECA PAMELA
5A Casagrande SAULLE SALVATORE – NINI MATTIA
5L “ ARGENTI MIRKO – VACCA ANNA
5M “ FIORELLI ERICA – FIUMINI FEDERICA
50/R “ BALTA ANDREEA –MAZZELLA ANTONIO
5A Cesi CASARIN GIULIA- GIANOTA ADRIANA
5B “ GIOVANNINI MANUEL – STEFANELLI IRENE
5C “ FIORELLI BARBARA – LI GOBBI NICOLO’

Gruppo 1 OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO

Alunni: BALTA GABRIELA – CARDENIA GIUSEPPE – LI GOBBI NICOLO’- MANSUETI FEDERICO – MAZZELLA ANTONIO – TARCHI MICHELE

 

Gruppo 2 SOCIETA’ PARTECIPATE

Alunni: ARGENTI MIRCO – DE SANTIS SIMONE- FUMINI FEDERICA – PASQUINETTI SOFIA – TAGLIAVENTO CHIARA – VACCA ANNA

 

Gruppo 3 REGOLAMENTO ANIMALI

Alunni: BASTIANELLI ARIANNA – CERRATO ANNA – CIPICCIA DENISE- CRISOSTOMI GIOIA – DI MARO ROSA – FIORELLI BARBARA – PETRIGNANI FRANCESCO – URS BOGDAN – ZARA ELEONORA

 

Gruppo 4 ACCESSO AGLI ATTI

Alunni: HAPA MIHA I- NINI MATTIA – PECORARI DAVID – RAGNI MARTA – SAULLE SALVATORE

 

Gruppo 5 VALUTAZIONE PERFORMANCE

Alunni: BARBARESE MATTEO – CASARIN GIULIA – GIANOTA ADRIANA – TUGNI PAOLO

 

Gruppo 6 DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO

Alunni: ANTONELLI FRANCESCO – BATTAGLIA MARGHERITA – CARPIONI VERONICA – CATANA SERGIU – FONSECA PAMELA – GIOVANNINI MANUEL – STEFANELLI IRENE

 

Gruppo 7 SOVVENZIONI COMUNALI

Alunni: FIORELLI ERIKA – LAVAGNA MARTA – VITTORI NIKO


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked as *

*