17 Marzo 2017 Il Casagrande Cesi ancora una volta porta all’esterno le sue giovani professionalità e riscuote consensi e approvazione.Read More

IN PREFETTURA CON LA NOSTRA PROFESSIONALITA’ E IL NOSTRO STILE

Read More

Gli studenti del Casagrande-Cesi a lezione dal prof. Silvio Garattini cittadinanza attiva e corretti stili di vita 25 Febbraio 2017Read More

Cittadinanza attiva e corretti stili di vita

Read More


COMUNE

anticorruzioneCon l’approvazione della legge l6 novembre 2012, n.190 recante “Disposizioni per la
prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”
l’ordinamento italiano si è dotato, nel contrasto alla corruzione, di un sistema di
prevenzione che si articola, a livello nazionale, nell’adozione del Piano nazionale
anticorruzione e, a livello di ciascuna amministrazione, nell’adozione di Piani di
Prevenzione Triennali.
Il Piano Triennale di prevenzione della corruzione (PTPC), secondo il disposto
dell’articolo 1 della Legge 6 novembre 2012, n. 190, costituisce la modalità principale
attraverso la quale le Amministrazioni Pubbliche definiscono e comunicano
all’Autorità Nazionale Anticorruzione ed al Dipartimento della Funzione Pubblica “la
valutazione del diverso livello di esposizione degli uffici a rischio di corruzione e indicano gli interventi
organizzativi volti a prevenire il medesimo rischio “ (art. 1, comma 5).
Il PTPC rappresenta lo strumento attraverso il quale l’Amministrazione descrive il
“processo” finalizzato ad implementare una strategia di prevenzione del fenomeno
corruttivo ovvero all’individuazione e all’attivazione di azioni, ponderate e coerenti tra
loro capaci di ridurre significativamente il rischio di comportamenti corrotti.